Categoria: Città e comuni della Sardegna

“LU MURRUGNU”, Benedetto Sechi

Purtu Turris al tempo del corona virus, in bainzinu e con importanti comunicazioni dall’Alto.

SA CAMBIADA, n° 5, sa ‘e treighi dies, lùnis 23 de martzu 2020, de Boreddu Morette (Salvatore Cubeddu)

SA SITUAZIONE, ITA EST SUTZEDENDE. Ispiegaus sos foedhos, spieghiamo i termini (su triballu in domo, il lavoro agile, the smartworking). ARRESONAMENTOS PO SA ZENTE, Considerazioni per il Popolo. ARRESONAMENTOS PO CHI CUMANDAT IN SARDIGNA. Considerazione ad uso delle autorità. A SA FINI, corollario. Nella foto: il porto e il golfo di Cagliari, stamane alle ore [...]

COSA SI STA FACENDO CONTRO LO SPOPOLAMENTO, COME AFFRONTARLO …. convegno a Santu Lussurgiu, sabato 7 febbraio 2020

L’appuntamento è per sabato 7 febbraio 2020  alle 10.45 a Santu Lussurgiu, nella sede della Fondazione Hymnos, Casa Caterina, in via Bonaria 16.   Al convegno, moderato dal giornalista Anthony Muroni, interverranno il governatore Christian Solinas, il presidente dell’Anci, Emiliano Deiana, il presidente dell’Uncem, Marco Bussone, e il senatore del Movimento 5 stelle, Gianni Marilotti, presidente della commissione Biblioteca [...]

Il dramma dello spopolamento e l’urgenza di interventi efficaci, di Raffaele Boi, “FP CGIL”.

Una lettura del lavoro di Enrico Lobina (vedi qui di fianco) nel merito delle sue ”Considerazioni sulla riforma della burocrazia regionale alla luce di una nuova visione del futuro della Sardegna”.

Sono finito in un montone! de Luciano Carta

Sos contos de Luciano Carta

PAXI E BENE A TOTUS E A DONNIUNU (s.Franciscu, su chi at inventau su Presepiu)

CANDU NASCIAT GESUS: Pagu curbas de su cantu “Quanno nascette Ninno” cumpostu dae Sant’Alfonso Maria de’ Liguori in lingua napoletana a Nola (NA) in su mes’ ‘e Idas de su 1754 e furriau in sardu de T. Leoni de s’Assotziu “Sonus de Canna”. Sant’ Alfonso iat cumpostu fintzas su cantu de paschixedda fortzis prus connotu [...]

Matrimonio religioso ko. i sardi scelgono il rito civile, di Alessandro Pirina

Il municipio prevale sulla chiesa ma sempre meno coppie scelgono di sposarsi. I sì davanti all’altare resistono nei piccoli centri del Nuorese e dell’Oristanese.