Categoria: Religioni

Multiculturalismo, la minaccia più subdola per l’integrazione, DI MARCO MARZANO

A sinistra in tanti sono convinti che sia dovere dello Stato tollerare le imposizioni culturali più retrograde delle sempre più vaste minoranze religiose. Ma soltanto la piena laicità può essere garanzia di convivenza civile.

La rovente estate del Vaticano, di Daniele Madau

L’EDITORIALE  della  DOMENICA  della FONDAZIONE.

Paolo De Magistris e la sua… “Infanzia come una sinfonia”. Omaggio al sindaco più amato dai cagliaritani, di Gianfranco Murtas

DE MAGISTRIS,  sindaco di Cagliari, riceve PAOLO VI in visita alla città nel 1970. Sabato 16 giugno, alle ore 18, presso la sala “Giorgio Pisano” della sede de L’Unione Sarda verrà presentata la riedizione del primo dei libri donati da Paolo De Magistris alla sua città, Infanzia come una sinfonia (uscito nel 1970). Giovedì 21, [...]

Ani Zonneveld: “Io, imam donna contro l’Isis”, di Giovanni Panettiere

Intervista alla leader del movimento ‘Muslims for progressive values’ che nella moschea di Los Angeles celebra nozze omosex e matrimoni fra islamici e cristiani. L’imamah Ani Zonneveld

SPIRITO RELIGIOSO DEI SARDI, di Salvatore Satta

  Salvatore Satta. Giurista e scrittore (Nuoro 1902 – Roma 1975). Docente di diritto presso varie università italiane (Camerino, Genova, Trieste e Roma). Ricercatore di grande livello, i suoi numerosi lavori sulla disciplina che insegnava sono considerati fonda­mentali per lo studio del diritto ita­liano contemporaneo. L’impegno scientifico non gli impedì però di colti­vare, quasi in [...]

Alce Nero parla ma con le parole del Vangelo, di Luigi Grassia

Il mitico libro di Neihardt tagliò apposta la conversione al cattolicesimo. E i Sioux chiedono che sia fatto santo. Alce Nero (1863 – 1950) apparteneva al popolo Oglala tribù della famiglia dei Lakota-Sioux. La traduzione precisa del suo nome sarebbe Cervo Nero. la stampa  29/01/2018

Gerusalemme, capitale di tutti di Caterina Sitzia

Pubblichiamo un bell’articolo pervenuto al blog in relazione alle vicende della pace difficile in Terra Santa. Si tratta di riflessioni impegnative e acute, fra la geopolitica e l’istanza spirituale, degne di essere raccolte e rilanciate (gf.m.).

Il Papa: “Accogliere chi non ha posto e trasformare la paura in carità”, di Salvatore Cernuzio

Francesco celebra la veglia di Natale: «Non avere paura di sperimentare nuove forme di relazione in cui nessuno senta di non avere un posto in questa terra». «Dio sta nel visitatore indiscreto che cammina per le nostre città, nei nostri quartieri, viaggiando sui nostri autobus». la stampa Pubblicato il 24/12/2017