Categoria: Religioni

Almere, la città più multietnica d’Olanda roccaforte della destra anti-migranti, di Marco Bresolin

Il Paese alle urne fra 10 giorni, l’economia va e la disoccupazione è al 5,3%. Ma gli slogan contro Ue e islamici spingono il populista Wilders in testa. Nella foto: Il centro di Almere, il paese più multietnico d’Olanda, è un grande centro commerciale a cielo aperto, dove non c’è il minimo sentore di tensione sociale

“La conoscenza vera dell’Islam è l’antidoto al radicalismo”, di Karima Moual

Il Grande Imam Sheikh Ahmad Mohammed El Tayyeb è la massima autorità religiosa del mondo sunnita. Guida l’università di Al Azhar al Cairo

Islam e occidente una via italiana, di Goffredo Buccini

Non abbiamo ancora banlieu ma una rete capillare in piccoli centri. Il «patto nazionale» tra governo e alcuni rappresentati della comunità è un primo passo.

“Rompi la croce”, così la rivista dell’Is attacca il Papa: “È un miscredente”, di Marco Ansaldo

Nessun gruppo aveva mai messo nel mirino il capo della Chiesa cattolica come Daesh.

Le troppe realtà negate nella guerra degli islamisti, di Angelo Panebianco

Si è registrato il salto di qualità che si temeva: dal massacro degli «infedeli» sparando nel mucchio all’assassinio mirato degli uomini-simbolo dell’odiata cristianità occidentale. È purtroppo logico che i religiosi, anche europei, siano un bersaglio. Il sacerdote francese Jacques Hamel (Ap)

L’Europa alla prova sulla sicurezza comune, di Angelo Panebianco

Bisogna costituire un corpo di polizia di frontiera e varare norme per «ritirare dal mercato», trattandoli come criminali di guerra, i combattenti jihadisti di ritorno (anche i nostri Stati liberali hanno il diritto/dovere di proteggersi). C’è da regolare il rapporto con le comunità musulmane.

Le troppe parole che l’Islam non dice, di Ernesto Galli della Loggia

Verso la memoria delle vittime di Dacca dovremmo prendere un impegno di serietà e di verità. Parlando di ciò che li ha condotti alla morte, sarebbe giusto rinunciare al buonismo di principio, ai giudizi programmaticamente tranquillizzanti, agli equilibrismi.