Categoria: Sardismo

Tra protesta, indipendentismo e quarto sardismo, di Salvatore Cubeddu

L’editoriale della domenica. Sommario: 1. “Stato sordo, pronti alla Sardexit”. 2. La Presidenza catalana “eroica”. 3. Difendere il “fortza paris!”. 4. Verso il quarto sardismo? 5. Le crucialità sarde e i sardisti. 6 Conclusioni … provvisorie.

Una sfida per il Partito Sardo: come strutturarsi e operare nella società sarda?, di Lorenzo Palermo

Riceviamo dall’Autore, già segretario nazionale del Partito Sardo, e pubblichiamo il suo intervento dello scorso 18.09.2021. Non è necessario richiamare l’importanza di un confronto approfondito su un tema, quale quello dell’organizzazione politica nazionale dei Sardi,  che tocca, in occasione dei cento anni dalla sua fondazione, il futuro di tutti. Invitiamo al dibattito i protagonisti e [...]

RITROVATA LA TOMBA DI EFISIO MELIS PRIMO MARTIRE SARDISTA UCCISO DAI FASCISTI, di Mario Carboni.

L’articolo è tratto dalla profilo fb. Ringraziamo l’Autore.

Il 14 luglio 1971 è morto Antonio Simon Mossa, di Salvatore Cubeddu.

Lo ricordiamo cinquant’anni dopo, in occasione dei cento anni dalla fondazione del Partito sardo, al cui interno aveva deciso di combattere la sua battaglia per la liberazione della Sardegna.

Il Partito Sardo d’Azione e il combattentismo nazionale, di Antonello Angioni

L’Autore ha svolto la relazione al convegno dello scorso aprile, pubblicata anche nel periodico  EXCALIBUR,  organo del l’Associazione Culturale Vico San Lucifero in Cagliari. (Nella foto: i giovani sardi prima che indossassero la divisa militare).

Un decennio di indipendentismo. Alle radici rivoluzionarie del sardismo, di A. D.

Il saggio “Dare finalmente all’abbandono un movimento e un’anima“, di Cristiano Sabino e Giovanni Fara ripercorre gli ultimi dieci anni di indipendentismo sardo.

Istados e nassiones, de Micheli Columbu

Pos sos chent’annos de su sardismu, cartolarios sardos, 1. Documenti per i cento anni del Partito sardo, n°1. Pubblicazione in mille copie numerate, distribuita in omaggio quale augurio ddi buona anno 1981, quarant’anni or sono.