Categoria: Psicologia

SA CAMBIADA, apocalisse, N° 6, zòbia, sa ‘e seighe dies, 26 de martzu 2020, de Boreddu Morette (Salvatore Cubeddu)

Ispiegaus sos foedhos, spieghiamo i termini (sa cambiada-l’apocalisse, sa festa-la festa). S’INIMIGU, i contrari: sa tristura, lo scoraggiamento. ARRESONAMENTOS PO SA ZENTE, Considerazioni per il Popolo. ARRESONAMENTOS PO CHI CUMANDAT IN SARDIGNA. Considerazione ad uso delle autorità. A SA FINI, corollario: DOBBIAMO FARE LA PROCESSIONE DI SANT’EFISIO?  

Covid-19, coronavirus, parliamone seriamente, di Paolo Giordano

La matematica del contagio che ci aiuta a ragionare in mezzo al caos. C’è un numero, diverso per ogni malattia, che si chiama «erre con zero» e indica le persone che, in media, ogni individuo infetto contagia: se quella cifra è inferiore a 1, la diffusione si arresta da sola

Narciso non è il diavolo Cerca il rispetto di sé, di Beatrice Magni

Senza dubbio il culto dell’io, sostiene il filosofo Simon Blackburn, oggi dà spesso luogo a forme di insensibilità, ma risponde anche a un’esigenza rilevante di riconoscimento che non si può eludere. Se pensiamo «perché io valgo», dobbiamo pensare anche: «Perché ogni individuo vale».

Le 15 regole di Franco Berrino per rinascere in ventuno giorni, di Tommaso Galli

Ventuno giorni per rinascere. Un percorso rigenerativo per mente e corpo. “Ventuno giorni per rinascere”, edito da Mondadori (in libreria dal 6 marzo) è l’ultimo libro del medico Franco Berrino (nella  FOTO), direttore del Dipartimento di Medicina Preventiva e Predittiva dell’Istituto Nazionale dei Tumori di Milano, scritto insieme allo scrittore Daniel Lumera, riferimento internazionale della [...]

SE LA MORTE NON E’ UN ABISSO DA VINCERE, di Massimo Recalcati

“Freud non pensava al corrompersi delle cose come a un male da sconfiggere. Per lui è proprio la caducità a generare bellezza. Il trascorrere del tempo, il suo divenire inesorabile ci fa apprezzare i dettagli più insignificanti e arricchisce il senso della nostra esistenza. La meditazione filosofica come precisa Schopenhauer non sorge platonicamente dallo spettacolo [...]