Categoria: Istituzioni

A proposito di massoneria, l’ultima fiammata … in Sardegna. Quasi un dossier

Questo sito ha ospitato importanti studi di Gianfranco Murtas sulla massoneria. Lo studioso della  storia della massoneria sarda – massone e cattolico sui principi, in entrambe le dimensioni – riassume il percorso sardo dell’associazione, che è parte essenziale del Risorgimento politico italiano, per rispondere agli interrogativi tranchant di Paolo Maninchedda sui massoni oggi in Sardegna, [...]

LA GERMANIA DICE ADDIO AD ANGELA MERKEL

Con sei minuti di un caloroso applauso per strade, balconi, finestre, tutto il Paese ha applaudito per 6 minuti! Questo testo gira sui social, con tanti altri ….

La lunga crisi del matrimonio, di Roberto Volpi

Nel 1973 in Italia si celebrarono 7,6 nozze ogni mille abitanti, adesso siamo a 3,1. In cifra assoluta siamo scesi da 418 mila a 184 mila. E’ crollato il rito religioso, ridotto a una percentuale minoritaria, ma quello civile non è decollato.

NUORO, Corte d’Assise, in 40 anni lo specchio di un’epoca, di Luca Urgu

L’istituzione nuorese tra omicidi, faide e sequestri di persona. In continuo dialogo con la comunità.

La crisi educativa in Sardegna, teniamo i fari accesi …

Due corrispondenze su La Nuova Sardegna, da Sassari e da Nuoro: Autolesionismo in aumento così i ragazzi chiedono aiuto, di Silvia Sanna, e  «La famiglia riprenda a educare», di Francesco Pirisi

Una nuova repubblica contro il declino, di MARCO ZATTERIN

Rifondare le aspettative per curare la politica.  Con la politica in crisi cala la qualità degli eletti. Capussela: serve una nuova organizzazione. Molto simile a quella promessa da Draghi.

La democrazia diffusa, di Giuseppe Remuzzi

Indipendentemente dal processo che si vorrà adottare, l’idea che i cittadini abbiano un ruolo attivo nel deliberare e che la società li metta in condizione di farlo alla lunga si dimostrerà vincente.

Il Ricovery plan approvato dal Consiglio dei Ministri stanotte (nella foto: il ministro Gualtieri)

(ansa) Dagli asili nido alla telemedicina, dall’alta velocità al Giubileo, dai pagamenti digitali alle reti 5G. Con una dotazione di 222 miliardi il Pnrr spazia su ogni ordine di progetti per fare dell’Italia un Paese più moderno, più digitale, più verde e più inclusivo.