Categoria: Identità

Ius soli e migranti, critiche sensate e paranoie identitarie, di Ernesto Galli della Loggia

Gli oppositori si sono distinti per la loro sgangherata demagogia. I veri punti deboli della legge riguardano il fatto che è una concessione automatica, priva di requisiti che ne rafforzino il valore simbolico.

“Sa lota” de Orgosolo, 19 – 26 giugno 1969, di Pier Sandro Pillonca

EDITORIALE DELLA DOMENICA, della Fondazione Sardinia.

DUE O TRE COSE, PER DECIDERE DI ESSERE SARDI di Placido Cherchi

  Placido Cherchi è nato a Oschiri (SS) nel 1939. Si interessa di problemi etno-antropologici e storico-artistici. Tra i suoi lavori segnaliamo: Paul Klee teorico (1978); Ernesto Demartino, (in collaborazione con la sorella Maria, 1987); Nivola (1990); Il signore del limite (1994); Il peso dell’ombra (1997); Etnos e apocalisse (1999); Il recupero del significato (2001); [...]

L’interazione arcana . All’origine della creativita’ dei sardi, di Nereide Rudas

Ora che, da due mesi ci manca, ripubblichiamo un saggio di Nereide Rudas letto nel corso di un seminario promosso dalla Fondazione Sardinia (pubblicato in ” L’ora dei Sardi”,  a cura di Salvatore Cubeddu,  EDIZIONI FONDAZIONE SARDINIA,  Cagliari, 1999, pagg. 255 – 292)

ADIOSU, PISSENTE!

      Fuit notte candu dh’eus ischipiu! Pissente Migaleddu est istau agatau sine vida in sa machina sua, in s‘istrada n° 45 chi andat dae Nuoro a Marreri. Fac’a sas 18 de sero de ariseo, 9 de arbili. Dh’iu intendiu a sas 13, m’at telefonau a su cellulare po arresonare de s’atopu de su [...]

No-Brexit, la Scozia fissa la data per un nuovo referendum. No di Londra: “Creerebbe grandi incertezze economiche”, di Enrico Franceschini

Entro il marzo 2019 la consultazione pro o contro l’indipendenza dal Regno Unito, quando dovrebbe concludersi il negoziato fra Londra e Bruxelles. Ma il governo britannico non ci sta. I Comuni abrogano i due emendamenti approvati dai Lord: via libera all’avvio dell’iter per uscire dall’Ue. FOTO: la premier del governo autonomo scozzese Nicola Sturgeon.

Almere, la città più multietnica d’Olanda roccaforte della destra anti-migranti, di Marco Bresolin

Il Paese alle urne fra 10 giorni, l’economia va e la disoccupazione è al 5,3%. Ma gli slogan contro Ue e islamici spingono il populista Wilders in testa. Nella foto: Il centro di Almere, il paese più multietnico d’Olanda, è un grande centro commerciale a cielo aperto, dove non c’è il minimo sentore di tensione sociale