Categoria: Questione sarda

STATI GENERALI: PERCHE’ NON PROPORLI ANCHE E SOPRATTUTTO PER LA SARDEGNA? di Federico Francioni

Le preoccupazioni del “Pompiere della sera” – Fare storia è una cosa seria – Tra Francia e Sardegna – Le oligarchie autoreferenziali dicono no agli Stati generali – Un New Deal per la Sardegna, correlato ad uno globale – Conclusioni: Stati generali ed Assemblea costituente sarda per accelerare la transizione ecologica.

Est arribande sa Die de sa Sardigna de su 2020: ite faghimos? Sa proposta de su Comitàu.

Su ‘e 28 de abrili de su 2020 est sa Festa de su Populu  Sardu: ita fèus? Is bandèlas ispràghias in is ventanas e in is zassus de is social, s’iscritura de istima po sa patria e po is fradis sardus. Proponiamo a tutti i Sardi di aprire i propri siti (fb-instagram-social media), nella giornata [...]

ZUSTISSIA MALA E ZUSTISSIA BONA. Riflessioni sulla mediazione e considerazioni sulla gestione dei conflitti nell’ordinamento giuridico barbaricino. di Pietro Pintori

L’Autore (nella foto), dirigente della carriera prefettizia, ha prestato servizio nelle prefetture di Cagliari e di Nuoro, dove ha svolto la funzione di Prefetto  Vicario. Ha concluso la carriera come presidente della “Commissione Rifugiati” di Cagliari. E’ dirigente della Fondazione Sardinia. In allegato: Il codice della vendetta barbaricina, di Antonio Pigliaru.

Piccole riflessioni su: “Considerazioni sulla riforma della burocrazia regionale alla luce di una nuova visione del futuro della Sardegna di Enrico Lobina, di FILIPPO SPANU

Filippo Spanu (nella FOTO)  è stato assessore degli Affari generali, Personale e Riforma della Regione sarda nella Giunta Pigliaru. Attenzione: liccando qui a fianco il lettore può accedere al saggio di cui si parla nell’articolo.

Il dramma dello spopolamento e l’urgenza di interventi efficaci, di Raffaele Boi, “FP CGIL”.

Una lettura del lavoro di Enrico Lobina (vedi qui di fianco) nel merito delle sue ”Considerazioni sulla riforma della burocrazia regionale alla luce di una nuova visione del futuro della Sardegna”.