Categoria: Sa die de sa Sardigna

UNA RIFLESSIONE SU SA DIE DE SA SARDIGNA, di Nereide Rudas

La scommessa è quella di far mantenere ai giovani sardi una rinnovata autoconsapevolezza della loro specificità…. metterci alle spalle le sconfitte, le illusioni e le de-lusioni, le vergogne, le invidie, i naufragi e camminare liberi, a viso aperto, insieme agli altri popoli della terra. Nereide Rudas presiede il Comitato per  SA DIE  de sa  SARDIGNA.

Giovanni Maria Angioy e la fine di un sogno, di Francesco Casula

Un Comitato denominato “SPOSTIAMO LA STATUA DI CARLO FELICE” di Piazza Yenne a Cagliari, propone  di sostituire la statua di Carlo Felice con altro monumento idoneo a ricordare invece qualche eroe della lotta per la liberazione del popolo sardo dalle vessazioni dei dominatori succedutisi nei secoli, quale per esempio, lo stesso Giovanni Maria Angioy. Qui [...]

CHI HA PAURA DI SA DIE, di Antony Muroni

L’articolo è l’editoriale de  L’UNIONE SARDA del 1  maggio 2016.

Sa Die della rimozione, di Nicolò Migheli

L’articolo è stato pubblicato sul sito di Sardegna soprattutto il 28 aprile 2016.  

Regione, cosa è cambiato? di Gianni Loy*

Seguiamo con interesse l’iniziativa del blog ‘Aladinpensiero’ sul dibattito aperto da Vito Biolchini.

I Sardi e la libertà, sa die del 2015.

Pubblichiamo la lectio magistralis, proposta da  NEREIDE RUDAS,  presidente del Comitato di ‘sa die de sa Sardigna’ , nel salone di Palazzo Regio, la mattina del 28 aprile 2015.